Colpo di frusta: un insulto sottovalutato

Cosa succede durante un colpo di frusta?
4 settembre 2016
osteopata e basta
Osteopatia: una categoria…disgraziata
4 settembre 2016
colpo di frusta

Ringraziamenti

Prima di iniziare a tediarVi consentitemi di ringraziare pubblicamente uno dei miei maestri più cari che, in questo ed in tanti altri miei articoli proposti in questo sito, mi è stato prezioso come fonte ed irraggiungibile come esempio di preparazione, professionalità, dedizione nell’insegnamento e signorilità nel comportamento: grazie Jean Pierre (Hispa).

Precisazione

Com’è mia abitudine non mi vedrete usare termini eccessivamente tecnici o inutilmente astrusi o incomprensibili. Non per questo sarò, spero, meno chiaro ed esaustivo del dovuto. Questo sito è stato creato per parlare con Voi, miei pazienti, semplici interessati o anche solo occasionali navigatori del web.

Il linguaggio, pertanto, sarà volutamente semplice e discorsivo e se qualche cattedratico storcerà il naso… noi glielo lasciamo storcere: i chirurghi plastici non mancano e glielo raddrizzeranno!

Per parlare con i colleghi osteopati o con i medici non mancano  le occasioni, ma per parlare con Voi e per rispondere alle Vs domande il tempo non basta mai.

Parliamo di colpo di frusta

Cosa è, quando si può parlare di colpo di frusta, perché non tutti i traumi sono classificabili come colpo di frusta, perché generalmente il colpo di frusta è una patologia quasi ignorata o quantomeno minimizzata dal Vs medico curante?

Attenzione, non sto dicendo che TUTTI i medici (curanti e non) prestino poca attenzione a tale patologia; però non tutti considerano le conseguenze e le sequele che possono derivare da tale evento.

Quand’è che si può parlare di colpo di frusta?

Fin dal 1928 si è cercato di dare una definizione univoca, poi finalmente pare che abbiano smesso di classificare strenuamente tutto. Quindi possiamo azzardare che…

Una persona si dirà vittima di un colpo di frusta quando subisce un urto che coinvolge principalmente i tessuti molli del rachide (colonna) cervicale o l’osso sacro.

Ma che c’entra l’osso sacro? C’entra, c’entra, ne parleremo più chiaramente in seguito.

Ma allora tutti gli urti o i traumi in tali zone sono considerati colpo di frusta?

Certamente no! L’evento per essere classificato come tale deve possedere la caratteristica della SORPRESA.

Il trauma che causa un colpo di frusta non necessariamente dev’essere violento in maniera devastante. Pensate all’automobilismo: i piloti di Formula 1 cozzano contro i muri a volte a più di 300 km/orari e spesso escono quasi indenni dall’abitacolo e una settimana dopo sono di nuovo al volante come se niente fosse accaduto. Come mai?

Merito certo dei materiali, della loro preparazione fisica, del loro angelo custode ma principalmente del fatto che loro l’urto non lo hanno subito, l’hanno visto ed hanno avuto il tempo di prepararsi all’impatto. Vi sembrerà poco, ma è tutta qui la chiave del mistero.

Definizione di colpo di frusta – fonte OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)

Si definisce  whiplash (colpodi frusta) un trauma che abbia effetto della sorpresa e nel quale si riscontri un ritardo, assenza o insufficienza della contrazione muscolare di protezione.

Quindi, come vedete, la velocità o la violenza del trauma da sole non bastano a provocare un colpo di frusta; la componente essenziale è l’assoluta imprevedibilità dell’evento da parte del malcapitato.

L’OMS  definisce quindi la nozione di :

  • whiplash (colpo di frusta), ma anche quella di
  • whiplash injury (conseguenze lesionali del whiplash) e quella di
  • whiplash associated disorders (manifestazioni cliniche secondarie al whiplash injury, le cosiddette WAD, vero nodo cruciale della faccenda).

Un po’ di cifre sul colpo di frusta (fonte sempre OMS)

Sapete quanti sfortunati europei sono vittima ogni anno del colpo di frusta?

1.000.000 (un milione) di cui il 60% sono donne con un’età media di 35 anni ed un costo sociale annuo superiore ai  € 5.000.000.000 (cinque miliardi).

Perchè Vi ho scritto le cifre anche in lettere tipo assegno bancario? Perché sono impressionanti e mi fanno riflettere tutte le volte che le ripeto.

Pensate se tutte le assicurazioni dovessero rifondere effettivamente l’intero danno che segue a un colpo di frusta.  Fallirebbero persino i mitici Lloyds di Londra!

Quanto Vi hanno liquidato quando avete avuto la sfortuna di essere stati tamponati quella volta al semaforo ? E che fretta avevano di «chiudere il sinistro»!

Meditate gente, meditate.

Lascia un commento