Via Umberto Boccioni, 224

90146 Palermo

Dott. Fabrizio La Rosa

osteo.larosa@gmail.com

Consulente della nutrizione Umberto La Rosa

umberto.larosa@gmail.com

Archivio per categoria Algodistrofia & Neuroreset

Il Metodo Neuroreset e lo sport

Ricordo ancora bene il panico che si creava quando io, giovane Osteopata della Nazionale Italiana di Canottaggio alla vigilia delle Olimpiadi di Atene nel 2004, sentivo dire ad Agostino Abbagnale, a Rossano Galtarossa oppure a Raffaele Leonardi (tutti pluricampioni del mondo) “Dottore! Ho dolore….mi fa male…non mi posso muovere!!!”.

Non vi sto a descrivere le scene di vero terrore ad un mese dalle Olimpiadi quando uno di questi magnifici atleti (che mai si lamentavano) lanciava un allarme di questo tipo!! L’effetto era pari ad una deflagrazione di una granata in una chiesa! Il Coach chiamava a raccolta lo staff medico sanitario, si procedeva alla visita, agli esami diagnostici, alla valutazione osteopatica e spesso il responso era: rigidità mio-articolare di ndd (di natura da determinare) cioè per sovraccarico funzionale, per cattiva ergonomia del gesto atletico o Dio sa per cos’altro.

Fatto sta che si imponeva un recupero rapido, efficace, duraturo e sicuro.

Facile a dirsi, meno facile a farsi!

E’ in questo ambiente che cominciò a delinearsi nella mia mente l’embrione di quello che poi sarebbe diventato il metodo psico-manuale NEURORESET, un  metodica sicura innocua per il paziente, economica, facile da imparare, semplice da somministrare, priva di controindicazioni, in grado di risolvere rapidamente qualsiasi blocco mio-articolare senza bisogno di interrompere il programma di allenamento.

Adesso decine di Personal Trainer in Italia hanno adottato questa tecnica con piena soddisfazione loro e dei loro allievi. A breve troverete i loro nomi e recapiti pubblicati in qauesto sito sotto la voce “Operatori Neuroreset”.

Diventa anche tu un Operatore Neuroreset e sarai il referente del metodo della tua regione o provincia. Ad oggi, Maggio 2017, gli Operatori qualificati in Italia sono circa 30 con 14 Centri Neuroreset Affiliati. Ma il numero cresce di mese in mese.

Questo è un video girato insieme a Cesare Cocco, noto Teacher di Pilates di Palermo che, come molti altri suoi colleghi in tutta Italia, ha adottato il metodo NEURORESET  come metodica elettiva per affrontare eventuali rigidità o blocchi mio/articolari che dovessero presentarsi durante la normale pratica quotidiana all’interno dei propri centri fitness.

 

Presupposti del Metodo Neuroreset: le fasi dell’algodistrofia

Come sempre miei cari lettori, sia che siate colleghi osteopati, dei medici, degli psicologi, dei pazienti in cerca di notizie o semplici navigatori del web, io userò un linguaggio volutamente semplice quasi elementare proprio perché voglio essere compreso da tutti senza timore di essere frainteso.

Il metodo NEURORESET si basa su un presupposto molto semplice da comprendere: il corpo di fronte ad un trauma si difende. In pratica rispetta la 3 legge di Newton sulla dinamica che dice “ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria“. Per cui ogni evento traumatico o stressante indurrà l’organismo a reagire per difendersi.

Ma come si difende il corpo? Nell’unico modo che sa fare cioè con l’infiammazione.

Ricordiamo le 5 caratteristiche dell’infiammazione:

  • rubor cioè il rossore cutaneo dovuto all’aumento del sangue nella zona interessata
  • tumor cioè l’edema o gonfiore della parte interessata dovuto ad un aumento dei liquidi extracellulari
  • calor cioè il calore prodotto dall’aumento di temperatura  conseguenza dell’aumentato metabolismo cellulare
  • dolor dovuto alle alterazioni biochimiche locali
  • functio laesa ossia l’impotenza funzionale a causa del dolore e degli squilibri indotti dai meccanismi facilitatori dell’infiammazione (es. edema) sull’integrità delle strutture infiammate.

 

LE TRE FASI DELL’ALGODISTROFIA

L’algodistrofia (CRPS/RSD in inglese) didatticamente si suddivide in 3 fasi.

1° delle fasi dell’algodistrofia detta infiammatoria

Caratterizzata da: 

  • Dolore trafittivo/urente continuo anche notturno, associato a  notevole impotenza funzionale, esacerbato da movimento e carico anche minimi.
  •  Allodìnia, iperpatia
  •  Sensibilità tattile e termica ridotta (“a guanto” o “a calza”)
  •  Modesta o nessuna efficacia di analgesici e FANS
  •  Tumefazione (da modesta a pseudoflemmonosa)
  •  Disturbi vasomotori (pallore, eritema, subcianosi)
  •  Alterazioni cutanee (distrofia ungueale e degli annessi piliferi).
Mano algodistrofica in fase infiammatoria (1° fase)

Mano algodistrofica in fase infiammatoria (1° fase)

 

2° delle fasi dell’algodistrofia detta distrofica

 Compare dopo alcuni mesi (da 3 a 6), in rapporto alla sede della malattia

Cute fredda e lucida con perdita di elasticità.

Deficit funzionale articolare con ispessimento e perdita di elasticità delle guaine tendinee e della capsula articolare.

Ipotrofia e contratture muscolari

Ispessimento e retrazione delle fasce palmari e/o plantari

Mano algodistrofica in fase distrofica (2° fase)

Mano algodistrofica in fase distrofica (2° fase)

 

3° delle fasi dell’algodistrofia detta atrofica

Cratterizzata da atrofia di cute e sottocute, contratture fasciali, muscolari e capsulari progressive ed irreversibili. Il dolore in questa fase è modesto o assente. Fase tristemente nota come «end stage»

Mano algodistrofica in fase atrofica (3° fase)

Mano algodistrofica in fase atrofica (3° fase)

 

I motivi del successo del metodo Neuroreset

Il metodo NEURORESET si sta affermando come il metodo manuale elettivo per il trattamento delle sequele dell’Algodistrofia (CRPS/RSD) e dei Blocchi Articolari (JOINT BLOCKS) di qualsiasi natura.

Ma perché il metodo manuale NEURORESET sta riscuotendo tanto successo fra i terapeuti e fra i pazienti?

Le ragioni sono molteplici ed ora cercheremo di spiegarle.

  • è indolore. Uno dei principali problemi che il terapeuta deve affrontare nel trattamento dell’algodistrofia o di un’articolazione bloccata è il DOLORE.

cura per l'algodistrofia neuroreset fabrizio la rosa

  • Il poter approcciarsi al paziente che soffre con una tecnica INDOLORE crea immediatamente quella serenità nel rapporto terapeuta/paziente che porterà alla creazione della tanto agognata “ALLEANZA TERAPEUTICA”, unica garanzia di successo.  L’Operatore Neuroreset, conscio di non procurare dolore, lavorerà tranquillo ed infonderà serenità e fiducia nel proprio paziente. Al contempo il paziente, rincuorato dall’assenza di dolore, vedendo il proprio Operatore Neuroreset sereno e sicuro, si affiderà senza ergere quelle involontarie barriere che scattano in conseguenza della paura del dolore.
  • è sicuro. Il metodo manuale NEURORESET non è minimamente fonte di pericolo o di fastidio per il paziente. L’Operatore NEURORESET non crea alcun problema al proprio paziente perché il metodo si basa sul RISPETTO del paziente e sull’ASCOLTO del suo dolore. L’Operatore NEURORESET durante il Corso Base imparerà le tecniche di ascolto miofasciale necessarie per poter essere in grado di “DIALOGARE” con il Sistema Neuro Vegetativo del proprio paziente, unico responsabile dell’Algodistrofia (CRPS/RSD) o del Blocco Articolare (JOINT BLOCK).
  • A quel punto la risoluzione di tali problematiche diventa un piacevole “effetto collaterale” del trattamento!
  • è economico. Il trattamento praticato con il metodo manuale NEURORESET non richiede l’uso di creme, unguenti o simili. Non necessita di ausilii o ortesi tipo protesi, tutori o splint di qualsiasi tipo. Non prevede l’utilizzo di nessuna apparecchiatura elettromedicale. Non abbisogna di alcun tipo di terapia collaterale o coadiuvante. In pratica il paziente dovrà sostenere SOLTANTO il costo della seduta con il proprio Operatore  NEURORESET. Al contempo l’Operatore NEURORESET, oltre al costo della formazione, non dovrà più sostenere ulteriori costi di macchinari, materiale di consumo, etc…etc… L’unica cosa nella quale dovrà investire sarà il proprio setting lavorativo al fine di creare per sé e per il proprio paziente un ambiente accogliente, confortevole, protettivo, sereno e positivo.

Intervista al Dott. Fabrizio La Rosa, creatore del Metodo Neuroreset

Intervista televisiva al Dott. Fabrizio La Rosa, creatore  del metodo manuale NEURORESET, il metodo che si sta affermando come il trattamento d’elezione nei casi di algodistrofia e nei blocchi articolari post traumatici, post chirurgici, post immobilizzazioni forzate o da esiti cicatriziali.

NEURORESET si basa sul principio del NON DOLORE.

IL DOLORE NON E’ UN NEMICO DA COMBATTERE MA UN SINTOMO DA INTERPRETARE